Mission & Vision

La nostra scuola si colloca in un contesto territoriale quello di Nocera Superiore in un’area strategica con lesue principali direttive di comunicazione sia su gomma che su ferro. A ciò si aggiunge nelle vicinanze, la presenza dell’Università degli Sudi di Salerno.

Le scuola situata in questo territorio è chiamata ad un compito non secondario per affrontare i problemi complessi propri di una realtà post-industriale.

L’offerta formativa di questo Istituto è il frutto di un processo sistematico di riflessione, formazione e ricerca. L’innovazione si sposa felicemente con una tradizione pedagogica che, investendo fortemente sull’insegnamento di base, consente agli alunni di lavorare consapevolmente al proprio futuro grazie ad una solida preparazione culturale, aggiornata e alimentata da una chiara e puntuale coscienza storica.

Il percorso formativo è centrato sulla cura della persona che rende lo studente protagonista del proprio iter formativo. Particolare attenzione è posta alla creazione di un ambiente di apprendimento favorevole e inclusivo, a partire dalla realtà del gruppo-classe, nel quale ciascun allievo possa trovare spazi di espressione e di accoglienza della sua originalità e ricchezza umana, culturale, sociale, spirituale.

I nostri alunni sono stimolati nei loro interessi e nelle loro motivazioni attraverso la progettazione e la gestione di processi di insegnamento-apprendimento tesi a:

  • sviluppare in pieno le facoltà intellettuali, emotive ed affettive
  • sviluppare capacità critiche e di giudizio
  • promuovere il senso dei valori
  • sviluppare il senso della cittadinanza attiva e partecipativa
  • coltivare il contatto con il patrimonio culturale del passato per comprendere il presente e progettareconsapevolmente il proprio futuro
  • sviluppare competenze spendibili nella costruzione della propria esistenza.

È necessario che la scuola si affermi sempre più come sistema formativo integrato. Èinderogabile organizzare la scuola sempre più attraverso una trama meno naturale, più partecipata e indirizzata, attraverso una rete di relazioni con il territorio per favorire lo scambio e l’integrazione.

L’offerta formativa non prescinderà dal “fare rete” e cioè creare occasioni di aggregazione, di scambio, di integrazione, di contaminazione che insieme possono produrre benefici effetti sui risultati educativi alimentando la coesione sociale per una società più equa e tollerante.

L’identità di una scuola nasce dal connubio di Vision Mission.

 

Rappresenta l’obiettivo che il nostro Istituto si propone e persegue nel lungo termine.

È un complesso di azioni rivolte al miglioramento continuo

È la ragion d’essere dell’Istituto, lo strumento con cui si vuole ottenere la vision della scuola.

Indica l’identità e la finalità istituzionale della Scuola, come la si vede e la si percepisce. Includere, accogliere, formare ed orientare tra esperienza ed innovazione

 LaMission é la ragione d’essere dell’Istituto scolastico, cioè risponde alla domanda “perché esisto” come istituzione.Vuol indicare l’identità e la finalità istituzionale della Scuola, come la si vede e la si percepisce. La Missioné sempre specifica di una scuola, rappresenta il mandato interpretato nel proprio contesto di appartenenza. Esso rappresenta non soltanto una “fotografia” attuale e fedele dell’identità dell’Istituto, delle sue linee pedagogico-didattiche, dei servizi educativi che offre, dei progetti che realizza, ma costituisce una sorta di visione proiettiva di se stesso nel lungo periodo; una anticipazione del futuro, una indicazione puntuale dei traguardi di sviluppo che si vogliono realizzare. Il fine è compiere al meglio la propria missione educativa per gli allievi che ci sono affidati e che le famiglie continueranno ad affidarci: accogliere, formare ed orientare tra esperienza ed innovazione, attivare azioni per valorizzare le eccellenze e supportare gli alunni in difficoltàdi apprendimento limitando la dispersione scolastica e favorendo l’integrazione, realizzare azioni per incentivare la ricerca-azione di una didattica che migliori le proposte operative dell’Istituto, predisporre azioni per favorire l’accoglienza di studenti, famiglie e personale in un’ottica di collaborazione e di appartenenza, predisporre e realizzare azioni che favoriscono la continuità educativa e l’Orientamento fin dalle prime classi della scuola primaria.

Col presente documento, quasta scuola si pone come fine ultimo di tutte le attività educative, scolastiche ed extrascolastiche, non solo il raggiungimento di un’eccellenza accademica, ma anche di un’eccellenza umana dei nostri alunni e delle nostre alunne: insegnare e apprendere per insegnare ad essere”.

 

La vision rappresenta l’obiettivo che il nostro Istituto si propone e persegue nel lungo termine.

La formulazione della vision rappresenta e riguarda un’azione strategica importante per lo sviluppo organizzativo nella Scuola dell’Autonomia. Essa tuttavia acquista significato se inserita in un più vasto repertorio di azioni rivolte al miglioramento continuo.

Prerogativa dell’intero percorso è l’attivo coinvolgimento del personale docente e di tutte le parti interessate della scuola: le attività proposte rappresentano quindi esercitazioni simulative di ciò che dovrebbe essere sviluppato dal Dirigente Scolastico insieme ad un gruppo costituito da tutte le componenti scolastiche in un progetto sistematico e continuativo di miglioramento.

Fare dell’Istituto un luogo di Innovazione ed un Centro di Aggregazione Culturale e Relazionale per le famiglie ed i giovani del territorio. Dare alle persone la motivazione per muoversi nella direzione giusta anche se i percorsi possono essere complessi e difficili.

Contribuire a coordinare rapidamente ed efficacemente le azioni di molte persone creando occasioni ed opportunità di crescita personale e professionale per orientarsi al principio secondo cui “… è leggero il compito quando molti si dividono la fatica” (Omero).

La scuola lavorerà per:

  • Fare scuola fuori dalla scuola, per diversificare l’offerta formativa.
  • Tendere alla qualità in termini di valutazione e affidabilità.
  • Coniugare il binomio scuola-mercato.
  • Far emegere qualità delle risorse umane.
  • Definire la propria mission come apporto al benessere della comunità con la presenza di una rete di servizi con cui interagire.
  • Implementare con il territorio azioni di informazione, coordinamento, cooperazione.
  • Favorire l’inclusione sociale di soggetti a rischio.
  • Promuovere il successo formativo anche attraverso un’adeguata azione di orientamento.
  • Innovarsi tecnologicamente.
  • Costruire una comunità di cura, apprendimento, collaborazione e ricerca.
  • Favorireil “life long e life wide learning”.
  • Passaredefinitivamente dal “life system” al “life world”.

La Vision che si intende tracciare per questa scuola si svilupperà su due coordinate fondamentali e tra loro interconnesse: la qualità organizzativa e la qualità pedagogica.

QUALITA' ORGANIZZATIVA

  • istituzione complessa aperta e flessibile
  • comunità educante educativa
  • prevedibiltà ( riconoscibiltà) dello sviluppo organizzativo
  • genitori e alunni collaboratori nella gestione
  • scelte pedagogiche condivise, progettate e pianificate
  • diversificazione dell’offerta formativa
  • insegnamento critico e riflessivo
  • aumento dell’autonomia e della responsabilità.
  • leadership diffusa
  • incoraggiamento alla sperimentazione
  • condivisione delle informazioni e ascolto attento
  • promozione del confronto e dello scambio
  • elasticità e flessibilità nell’organizzazione scolastica
  • cultura organizzativa del “life World”
  • considerazione del benessere delle persone sul lavoro

QUALITA' PEDGOGICA

  • scuola come comunità e ambiente di apprendimento
  • centralità dell’allievo che apprende come apprendere
  • formazione unitaria e multipla
  • raggiungiomento di una cultura dell’autovalutazione
  • scuola come sistema integrato di processi e di relazioni
  • collaborazione collegiale
  • pensiero critico in continua evoluzione
  • criteri di valutazione sempre più trasparenti
  • garantire la libertà e l’autonomia dell’insegnante
  • scelte pedagogiche condivise, progettate e pianificate